La Legge 107/2015 “La Buona Scuola” ha stanziato a decorrere dal 2015, come specificato ai commi 121, 122 e 123, 381 milioni di euro per sostenere la formazione continua dei docenti e valorizzarne le competenze professionali.
Ogni docente di ruolo riceverà una carta dell'importo nominale di euro 500 annui per ciascun anno scolastico.

Il 12-11-2016 il MIUR ha pubblicato la comunicazione "Carta del Docente, come e quando spendere i 500 euro per l'aggiornamento". In sintesi:

  • i 500 euro per l’anno scolastico 2016/2017 saranno assegnati attraverso l’applicazione web “Carta del Docente”, che dovrebbe essere disponibile all’indirizzo http://cartadeldocente.istruzione.it (attualmente non attivo al 22-11-2016);
  • per registrarsi sull’applicazione e utilizzare la “Carta del Docente” è necessario ottenere l’identità digitale SPID. E’ già possibile richiedere le credenziali SPID presso uno dei gestori accreditati (es.: https://identitadigitale.infocert.it);
  • per ottenere nell'immediato l'accesso SPID senza muoversi da casa è possibile effettuare l'autenticazione con la propria CNS (richiedibile presso Firma-Digitale.EU)
  • attraverso l’applicazione ogni docente potrà generare dei “Buoni di spesa” per l’acquisto, presso gli esercenti ed enti accreditati, di prodotti editoriali, corsi di formazione, convegni e altri servizi che rientrano nelle categorie previste dalla legge;
  • le somme eventualmente già spese dal 1° settembre al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso l’applicazione web e saranno erogate, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.

Attraverso il codice SPID, i docenti, potranno ottenere una personale identità digitale, fondamentale per la successiva registrazione sulla piattaforma online del Ministero, grazie alla quale, si potrà usufruire della “Carta del Docente” sulla quale saranno caricati i 500 euro. Per richiedere il codice SPID bisognerà fornire un valido indirizzo e-mail, il proprio numero di telefono, un documento di identità e la tessera sanitaria dove è incluso il relativo codice fiscale. Queste informazioni personali vanno allegate alla domanda del codice che potrà essere fatta all’ InfoCert, alle Poste Italiane, a Tim o Sielte. Ottenuta la propria identità digitale si potranno creare, sulla piattaforma preposta, dei bonus di un valore fino a 500 euro. Sarà possibile visionare, sul sito online, dove è possibile spendere i buoni nell’elenco tra i negozi, cinema, musei, ecc. Un sistema che nasce per rendere tutto più trasparente, che mira a spendere i soldi stanziati, in finalità idonee all’aggiornamento del settore scolastico, ma sicuramente più complesso per i docenti più anziani che non sono ancora ben disposti nell’utilizzare la tecnologia.

Ricodiamo che nel caso si scelga la modalità di ottenimento SPID on-line, è possibile utilizzare la firma qualificata o digitale, la carta nazionale dei servizi (CNS) abilitate per fare la richiesta.

 

Firma Digitale Aruba webcam

Seguici su Facebook

  • NEWS

    • Risoluzione problemi compatibilità Avast e ArubaKey

      Nel caso in cui si sia scaricato e installato sul proprio computer l'ultimo aggiornamento di “Avast Antivirus 2015”, è possibile che in fase di avvio di Aruba Key si visualizzi un messaggio di – Protezione file System - attestante il possibile...

    • Differenza tra la "PEC" e la "PEC al Cittadino"

      Sul piano generale entrambe gli strumenti garantiscono i servizi fondamentali per il dialogo telematico con la PA e risultano sottoposti al principio espresso dall’art. 65 del Codice dell’Amministrazione Digitale, Decreto Legislativo 7 marzo 2005,...

    • Glossario dei Termini Tecnici

      Glossario dei Termini tecnici inerenti alla Firma Digitale e Carta Nazionale dei Servizi (CNS) CA: Certification Authority, Autorità di Certificazione. E' l'Ente che emette la firma digitale. Può avvalersi di Centri di Registrazione Locali (CDRL) CAD:...